vuoto

Acque minerali

Le acque della Sardegna vantano proprietà organolettiche e terapeutiche riconosciute già in epoca romana. Frequentare fonti, sorgenti, terme e pozzi dell’isola era un po’ come seguire una terapia medica per trovare un rimedio naturale ai piccoli malanni, ma anche raccogliersi in preghiera e meditazione.

Ancora oggi, ci si reca nelle fonti d’acqua minerale più importanti per sfruttarne a pieno i benefici. Nel comune di Santulussurgiu, nell'oristanese, le Siete Fuentes, le sette fontane di San Leonardo, alimentano l’omonimo laghetto e scorrono fino alla Piana di Abbasanta. Sono consigliate per riequilibrare le funzioni renali ed epatiche le acque mediominerali di Funtana Sansa a Bonorva (in provincia di Sassari), meglio conosciute come "acque di Santa Lucia": ricche di sali minerali e magnesio, agevolano la secrezione gastrica in età pediatrica e rafforzano il sistema immunitario in età adulta.

Sempre nel sassarese, le acque di San Martino risalgono dal bacino idrogeologico dell’altopiano vulcanico del Coros, conservando una naturale effervescenza che le rende indicate per il controllo della diuresi. 

Tempio Pausania, dalle falde del Monte Limbara, in località Rinaggiu, l’acqua percorre millenari graniti e si riempie di ottime proprietà oligominerali, capaci di rafforzare l’apparato osseo: tra le acque imbottigliate della Sardegna, la più famosa è la Smeraldina.

Ma l’offerta dell’acqua da tavola nell’isola dalle preziose proprietà diuretiche e digestive non si esaurisce qui. Nel cagliaritano e medio campidano si concentrano le maggiori sorgenti: le oligominerali più note di Villasor sono l’Acqua Federica della fonte San Giacomo, la Giara e la Sandalia; a Siliqua si estraggono l’acqua Boschetta della sorgente Luce, la Sant’Angelo, la San Giorgio, la Levia e la Pura; è di Guspini l’acqua Sattai. Nel nuorese si imbottiglia l’acqua della fonte Eleonora; in Gallura si può infine assaporare l’acqua di San Pantaleo, dalla sorgente di Beddoro. 

Nelle vicinanze

Teti, santuario di Abini
aree archeologiche
Il villaggio-santuario di Abini, situato lungo il fiume...
Teti, Museo Archeologico Comprensoriale
musei
Il museo ospita i materiali archeologici provenienti dal...
Teti, villaggio di S'Urbale
aree archeologiche
Il villaggio è situato nella regione del Mandrolisai  verso...
Austis, Sa Crabarissa
paesi
Austis è immersa nelle montagne del Mandrolisai ed è...
paesi
Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno, immerso in una...
Nughedu Santa Vittoria, museo naturalistico
musei
È allestito all'interno dell'Oasi di Assai, uno splendido...
aree archeologiche
Sul fiume Tino si trova un'antica gualchiera ad acqua,...
Panoramica del Lago di Gusana
laghi e stagni
Il lago di Gusana venne realizzato tra il 1959 e il 1961...
paesi
Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolisai ed è tutt'oggi...
Dal 13.01.2017 al 23.12.2017