vuoto

Prataioli

Prataioli

I funghi prataioli crescono nei campi adibiti al pascolo.
L'"Agaricus arvensis", o "Psalliota cretacea", è un fungo campestre caratterizzato da un cappello espanso, carnoso, bianco. Il gambo è robusto e biancastro; la sua polpa profuma di mandorle amare.
Altro prataiolo è l'"Agaricus campestris", noto anche come "Psalliota campestris": presenta una carne soda bianca. E' chiamato anche "carummeddu", "tunniu ruiu" o "tunniu billette".
È molto frequente in Sardegna imbattersi nei funghi prataioli nella stagione autunnale, facendo anche una semplice scampagnata.

Sono numerose le ricette nelle quali compare questo prodotto della terra, per condire la pasta o il risotto oppure arrosto, ma la preparazione forse più tradizionale è quella in cui il fungo finemente affettato viene degustato a crudo accompagnato da radicchio o rucola e scaglie di formaggio pecorino stagionato, condito con olio, sale e limone.

Nelle vicinanze

Teti, santuario di Abini
aree archeologiche
Il villaggio-santuario di Abini, situato lungo il fiume...
Teti, Museo Archeologico Comprensoriale
musei
Il museo ospita i materiali archeologici provenienti dal...
Teti, villaggio di S'Urbale
aree archeologiche
Il villaggio è situato nella regione del Mandrolisai  verso...
Austis, Sa Crabarissa
paesi
Austis è immersa nelle montagne del Mandrolisai ed è...
paesi
Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno, immerso in una...
Nughedu Santa Vittoria, museo naturalistico
musei
È allestito all'interno dell'Oasi di Assai, uno splendido...
aree archeologiche
Sul fiume Tino si trova un'antica gualchiera ad acqua,...
Panoramica del Lago di Gusana
laghi e stagni
Il lago di Gusana venne realizzato tra il 1959 e il 1961...
paesi
Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolisai ed è tutt'oggi...
Dal 13.01.2017 al 23.12.2017